Tiepido febbraio transappenninico

Stavolta, cominciamo con la traccia:
http://it.wikiloc.com/wikiloc/spatialArtifacts.do#

Un giro bello, ampio, saltando di là della cresta delle nostre piccole montagne, in una giornata di anomalo tepore.
Eravamo un bel gruppetto, molto eterogeneo: bici diverse, età ancor più differenti, trascorsi sportivi (e non) molto distanti. Come dico spesso: l’importante era andare.
E siamo andati. Per lunghe ore e per fitti chilometri, pedalando su declivi brulli e spinosi e dentro boschi fangosi, su sterrate serpeggianti, fino a raggiungere un momento che non esito a definire catartico: il tramonto infuocato di un bellissimo pomeriggio di febbraio.

Tramonto dalla Cima Le Fienaie
Di queste giornate amo ricordare il totale, senza soffermarmi troppo sui particolari. Adoro pensare, giunto a pochi metri da casa: che gran bel pomeriggio! Ogni cosa, per quanto magnifica – come sempre è il rivedere o scoprire per la prima volta i tanti scorci e angoli remoti della nostra terra, si diluisce e si perde nell’impressione complessiva, nell’emozione che viene dall’aver goduto di un’uscita in mtb che non è perfettibile.
Molti dei compagni di oggi li conoscevo, alcuni da tanto tempo, altri solo da poco, altri ancora erano facce nuove – o quasi. Oggi, cari miei, non avevate nome, a dire il vero. Non avevo bisogno dei vostri nomi, ma vi ringrazio per essere stati lì, con me, per costruire un ricordo di quelli che valgono.
Siamo andati, questo conta!

Ovunquista

Ed ora alcune foto….

IMG_0237

IMG_0281

Una risposta a Tiepido febbraio transappenninico

  1. il Bracco scrive:

    Mi è dispiaciuto molto non essere presente caro Maestro. Ma recupereremo! Come al solito gran bell’articolo. Che l’mtbesimo sia con te!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*